Hanko

Firmo i miei gyotaku con un timbro in inchiostro rosso, che deriva direttamente dalla tradizione giapponese dell’hanko ( 判子). Il mio emblema è un pesce stilizzato che ho intagliato nella gomma con pochi rapidi colpi di scalpello.

L’hanko è un timbro che identifica il suo proprietario, in grado di imprimere un motivo così distintivo e personale da essere usato da secoli e ancora oggi in Giappone per siglare documenti ufficiali, al posto di una firma autografa.

Così, quando alla fine del periodo Edo (1603 – 1858), alcuni signori feudali assunsero artisti-pescatori per creare le migliori stampe dei pesci del Mar del Giappone, i gyotaku iniziarono a essere firmati con l’hanko del loro autore.

Di solito un hanko riporta il nome del suo proprietario usando uno dei tre alfabeti giapponesi. Io ho preferito crearne uno puramente figurativo, che lascia un inkan (印鑑), ossia il marchio prodotto dal timbro, facilmente comprensibile da tutti. Lo completo a penna con le iniziali del mio nome e l’anno di creazione.